L'Editoriale

INDIAN SUMMER:
L’ESTATE INDIANA DEL CANADA

INDIAN SUMMER: L’ESTATE INDIANA DEL CANADA

Alla scoperta degli straordinari colori dei boschi canadesi sotto l’ultimo sole della bella stagione

C

i sono giornate, in autunno, che sembrano travestirsi da estate. Spesso arrivano dopo i primi giorni di vero freddo, magari si allungano fino a riscaldare un’intera settimana. Per gli anglosassoni è l’estate indiana: un’ultima occasione per stare all’aria aperta, immersi nella natura. Uno dei Paesi in cui questa tradizione è più viva è il Canada, dove si cominciò a parlare di estate indiana già alla fine dell’Ottocento. Nessuno sa bene cosa succeda, quando arrivi e perché si chiami così, ma una cosa è certa: arriverà anche quest’anno e sarà bene avere le idee chiare su dove andare per approfittare subito del clima mite e fare scorta di sole per l’inverno. Ecco cinque suggerimenti.

CABOT TRAIL

Siamo a Cape Breton Island, in Nuova Scozia, Cabot Trail è una delle strade panoramiche più celebri al mondo (prende il nome da John Cabot, il primo esploratore europeo ad approdare a queste coste nel 1497). Il percorso segue tutto il perimetro dell’isola, fra boschi e panorami suggestivi sull’oceano. Al centro dell’isola si trova il Cape Breton Highlands National Park, con decine di percorsi di trekking per ogni gusto e livello di allenamento.

Cabot Trail

Laurentians Mountains

Queste dolci montagne non lontane da Montreal sono state soprannominate “il parco giochi dei canadesi”. Qui l’estate indiana è il culmine del foliage, il cambio autunnale di colore dei boschi che qui sono fatti soprattutto di splendidi aceri. Con i suoi 968 metri di altezza, Mont Tremblant è la cima più alta - kayak, golf, trekking e rafting (oltre allo sci in pieno inverno) sono solo alcuni degli sport che vi si possono praticare per celebrare l’estate indiana.
LAURENTIANS MOUNTAINS

Agawa Canyon

In Ontario, più o meno a metà della costa nord dei grandi laghi al confine fra USA e Canada, si trova la cittadina di Sault St.Marie. Da qui parte il Railway’s Agawa Canyon Trip, un viaggio su rotaia che percorre oltre 114 miglia in direzione nord, inoltrandosi nei territori che furono degli indiani Ojibway e che oggi ospitano il Canyon Park. Il parco si trova alla base del canyon e si raggiunge solo a piedi o via treno scendendo di oltre 150 metri dal livello di partenza dove il treno fa una sosta di più di un’ora per permettere ai passeggeri di scendere e immergersi nella natura.

AGAWA CANYON

Algonquin Park

Quasi 8.000 chilometri quadrati di parco a poche ore di auto a nord di Toronto, Ontario. Una sequenza di laghi e boschi all’interno della quale è possibile muoversi a piedi o in canoa, il mezzo migliore per godere la quiete dell’acqua e i riflessi cangianti degli alberi. Per chi cerca il contatto diretto con gli animali selvatici c’è la possibilità di vedere i castori al lavoro alle loro dighe oppure, con un po' di fortuna, avvistare le grandi alci mentre si avvicinano all’acqua per bere.
ALGONQUIN PARK

Rocky Mountains


Fra la Columbia Britannica e la regione del Saskatchewan, esattamente al centro del Canada, c’è la regione di Alberta con le sue montagne rocciose. Ogni singolo tratto è un’esplosione di natura maestosa e incontaminata, che nell’autunno mite dell’estate indiana offre i suoi colori migliori.Fra i tanti percorsi possibili, suggeriamo quello fra Jaspers e Calgary (400 chilometri), popolato di marmotte, cervi e addirittura orsi. Il percorso attraversa il Banff National Park, lambisce il Peyto Lake e arriva fino al Mistaya Canyon: ognuna di queste località è un vero paradiso per chi ama il trekking o semplicemente passeggiare fra i boschi.

ROCKY MOUNTAINS
TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?
Per leggere e scoprire altre interviste, servizi e contenuti originali dai un’occhiata a The Slowear Magazine, la rivista di lifestyle disponibile in esclusiva nel nostro Emporio.

INFORMATIVA EX ART.13 d.lgs. 196/03: I dati personali acquisiti saranno trattati in formato cartaceo ed elettronico per l’invio di comunicazioni promozionali e della newsletter aziendale. La natura del conferimento dei suoi dati è facoltativa, dove un diniego impedirà l’erogazione del servizio in oggetto. Tali dati saranno trattati da personale interno, comunicati esclusivamente a soggetti autorizzati, e non saranno oggetto di diffusione. Relativamente ai dati conferiti, potrete esercitare i diritti previsti dall’articolo 7, inviando apposita istanza scritta all’indirizzo mail support@slowear.com alla c/se att.ne del responsabile del trattamento dati. Titolare del trattamento dati è Slowear S.p.A. titolare del trattamento sita in via Fornace, 15/17 a Mira (VE).