L'Editoriale

Una lana
per ogni occasione

Una lana per ogni occasione

Tutto quello che c’è da sapere sulle finezze della maglieria invernale per scegliere il capo Zanone più adatto alle vostre esigenze

S

ono tanti i termini tecnici e apparentemente astrusi - spesso abbinati a cifre ancor più indecifrabili - che s’incontrano quando di parla di lana e di maglieria. Il più delle volte basta indossare un capo, sentirlo contro la pelle o sfiorarlo con la mano per capire se fa al caso nostro, ma se questo non è possibile (ad esempio quando decidiamo di acquistare online) è utile avere una piccola infarinatura di base per comprendere gli aspetti più tecnici (e a loro modo affascinanti) del mondo dei filati.

Lana cardata e lana pettinata

La prima grande differenza è fra due grandi famiglie, quella della lana cardata e quella della lana pettinata. Nel lanificio, la lana grezza appena tosata viene lavata, battuta e lubrificata. Con le fibre più corte e spesse si realizza la lana cardata, che di conseguenza è mediamente più pesante, ha una mano soffice, un aspetto leggermente rigonfio e peloso ed è molto calda. Fra le lane cardate spicca il cashmere, la più sofisticata e setosa di tutte. La lana pettinata nasce invece dalle fibre lunghe e sottili della materia prima, e ha un aspetto più liscio. Sottile e leggera, non presenta peluria perché durante la lavorazione le fibre tessili vengono “pettinate”, ossia ordinate selezionando, appunto, solo quelle più lunghe. Un buon esempio di lana pettinata è il nostro Flexwool , un filato esclusivo brevettato da Zanone che nasce da varietà australiane altamente selezionate e viene lavorato in Italia attraverso un’avanzata tecnologia di filatura, allo scopo di ottenere una maglia estremamente sottile e leggera.


Lana pettinata
Lana pettinata

Lana cardata
Lana cardata

La gauge, o come valutare la finezza di una maglia

Alla voce “Materiale e cura del prodotto” di ogni capo Zanone la finezza è indicata con un numero a una o due cifre. La finezza di una maglia si misura in gauge, un’unità di misura che indica il numero di aghi contenuti nello spazio di un pollice inglese, equivalente a 2,5 centimetri, nella macchina tessile. La dicitura “Finezza 12” significa ad esempio che la macchina comprende dodici aghi per ogni pollice. Sembra complicato ma in fondo non lo è: più aghi ci sono, più sottili saranno i fili che compongono la maglia. Un numero inferiore di aghi indicherà invece l’utilizzo di un filo più grosso. Il gauge è dunque inversamente proporzionale alla finezza della maglia: un numero alto indica una maglia sottile, mentre un numero basso indica una maglia più spessa.


Il gauge indica il numero di aghi contenuti nello spazio di 2,5 centimetri nella macchina tessile
Il gauge indica il numero di aghi contenuti nello spazio di 2,5 centimetri nella macchina tessile

Come scegliere, dunque?

Il tipo di lavorazione (cardatura o pettinatura) e la gauge contribuiscono entrambe a determinare la finezza di una maglia. Come orientarsi allora fra le proposte di Zanone per questa stagione?

Meglio un capo in lana cardata o pettinata?

Una maglia leggera e sottile in lana pettinata è più adatta a essere indossata sotto una giacca, in città e in generale in luoghi chiusi come l’ufficio, e per occasioni formali o semi-formali. Una maglia cardata, più calda e spessa, è adatta al tempo libero, ai climi freddi e alle occasioni meno formali e all’aria aperta. Un discorso a parte merita il cashmere, che pur essendo una lana cardata resta piuttosto sottile. Il girocollo in lana e cashmere di Zanone ha un peso medio, finezza 12 ed è adatto a tutte le occasioni.
Macchine tessili all'opera
Macchine tessili all'opera

Meglio una gauge alta o bassa?

Generalmente, una maglia più fine è considerata più pregiata, ma questo è un preconcetto errato perché è tante lane con uno spessore importante sono in realtà realizzate con filati di assoluto pregio. Il girocollo Zanone in Yak e Merino, ad esempio, ha una finezza 3 ma è realizzato con fibre preziosissime che regalano calore e morbidezza. Occorre anche tenere conto che la finezza di una maglia è legata al suo peso: un capo con finezza 18 come la maglia girocollo in Flexwool di Zanone avrà un peso compreso fra i 180 e i 250 grammi, mentre un capo con finezza 5 (ad esempio il nostro dolcevita in pura lana Merino) si aggirerà fra i 400 e i 700 grammi.

INFORMATIVA EX ART.13 d.lgs. 196/03: I dati personali acquisiti saranno trattati in formato cartaceo ed elettronico per l’invio di comunicazioni promozionali e della newsletter aziendale. La natura del conferimento dei suoi dati è facoltativa, dove un diniego impedirà l’erogazione del servizio in oggetto. Tali dati saranno trattati da personale interno, comunicati esclusivamente a soggetti autorizzati, e non saranno oggetto di diffusione. Relativamente ai dati conferiti, potrete esercitare i diritti previsti dall’articolo 7, inviando apposita istanza scritta all’indirizzo mail support@slowear.com alla c/se att.ne del responsabile del trattamento dati. Titolare del trattamento dati è Slowear S.p.A. titolare del trattamento sita in via Fornace, 15/17 a Mira (VE).